“Spunti” di STENCIL

 

Decorare con la tecnica stencil

La tecnica STENCIL,  è una tecnica tanto  antica quanto semplice.  Si utilizzano “le maschere” , riquadri di plastica o cartoncino più o meno grandi, all’interno dei quali viene intagliato un disegno (es. fiore) . Questo ritaglio è fatto in modo da non distaccarsi dal resto del riquadro al quale rimane attaccato da “ponti”, come fosse un negativo.  Si tratta quindi di una tecnica pittorica che si serve di “mascherine normografiche” ovvero degli stampini ( gli stencil, appunto) che riproducono un’immagine, una trama o un simbolo su una superficie.

Ad esempio uno stencil è in grado di personalizzare, decorandola,  una parete  senza bisogno di utilizzare la carta da parati. Esistono numerosissimi tipi di stencil che si possono acquistare presso i  negozi di artigianato,  ma è anche possibile acquistare il materiale da ritagliare, e personalizzare così lo stencil . E’ questo  un passaggio, però,  delicato perchè  l’intaglio a mano libera rende imprecisi i contorni con un pessimo effetto finale.

Per chi volesse cimentarsi in questa tecnica troverà di seguito l’elenco del materiale occorrente per iniziare nei migliori dei modi:

– Colori acrilici o colori stencil, che rimangono indelebili sul muro ed inalterati nel tempo in quanto penetrano nell’intonaco e sono di rapida asciugatura. Si possono usare anche colori a tempera che danno la possibilità di giocare con le sfumature, ma sono molto più labili.

Pennelli, spugne acriliche, o piccoli rulli, per velocizzare ulteriormente l’operazione.

– Scotch carta.

– Matita.

– Vernice protettiva.

Il colore si passa o con un l’apposito pennello oppure con delle spugnette facendo attenzione che non passi sotto il “ponte” altrimenti ….. non sarebbe più una decorazione stencil!!!  La difficoltà maggiore consiste infatti nel saper dare il colore e farlo aderire ai bordi della zona ritagliata evitando che questo scivoli sotto il ponte macchiando la zona che deve rimanere priva di colore.

Tutto comunque,  è molto più facile di come io l’abbia descritto!!  Con questa tecnica si possono decorare pareti, mobili e altri supporti in legno, ceramica, vetro, tessuti.  Buon lavoro e buon divertimento.

Leave a comment